bond-25-giamaica-copertina

“Bond 25”: trovata una microcamera nel bagno delle donne dei Pinwood Studios.

“Bond 25”: trovata una microcamera nel bagno delle donne dei Pinwood Studios.

I guai per le riprese del nuovo episodio del franchise dedicato all’affascinante agente segreto al servizio della corona britannica James Bond, sembrano proprio non aver fine.

La scorsa settimana infatti, il quarantanovenne Peter Hartley, è stato fermato ed arrestato dagli agenti della polizia di Thamas Valley, con l’accusa di aver nascosto una micro-camera in una delle toilette femminili dei Pinewood Studios in Inghilterra, dove sono attualmente in corso le riprese di “Bond 25”.

“Prendiamo l’accaduto seriamente” – ha dichiarato lo studio Pinewood attraverso un comunicato – “Abbiamo denunciato l’incidente alla polizia con la quale stiamo collaborando.”

Al momento, non è chiaro se l’uomo faccia parte della produzione del nuovo film. L’incidente, in ogni caso è soltanto l’ultimo di una serie di numerosi inquietanti imprevisti che stanno perseguitando il progetto.

Tra le persone colpite lo stesso protagonista Daniel Craig, il quale inseguito ad una brutta caduta, avvenuta a marzo, è stato sottoposto ad un piccolo intervento chirurgico alla caviglia sinistra, e più recentemente un’esplosione controllata andata male, ha danneggiato lo studio e ferito un membro dello staff.

Tuttavia, l’uscita di “Bond 25”, è stata confermata per l’8 aprile 2020.

FONTE THE HOLLYWOOD REPORTER.

Il Voto della Redazione:

1


Pubblicato

in

da

Tag: