scena c'è ancora domani

C’è Ancora Domani: a Pasqua su Sky Cinema e NOW

In prima Tv domenica 31 marzo a Pasqua su Sky Cinema e in streaming NOW: C’è Ancora Domani di Paola Cortellesi.

Il film più visto al cinema in Italia nel 2023 con oltre 5,3 milioni di spettatori, C’È ANCORA DOMANI, arriva in prima TV su Sky Cinema a Pasqua, domenica 31 marzo alle 21:15 su Sky Cinema Uno (e alle 21:45 anche su Sky Cinema Due) in streaming su NOW e disponibile on demandSu Sky il film sarà disponibile on demand anche in 4K per i clienti Sky Q via satellite o Sky Glass con pacchetto Sky Cinema e con servizio opzionale Sky HD 4K/Sky Ultra HD attivo.

C’È ANCORA DOMANI è un film entrato direttamente nella storia del cinema italiano, uno straordinario successo di pubblico e critica, a partire dal successo al botteghino: un incasso di oltre 36 milioni di euro, posto della top ten box office Italia di tutti i tempi e tra le produzioni nazionali. Presentato in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2023, ha ottenuto Menzione speciale miglior opera primaPremio speciale della giuria e Premio del pubblico. È stato inoltre premiato come Film dell’anno ai Nastri d’argento 2024.

Il film è una produzione Wildside, società del gruppo FremantleVision Distribution, società del gruppo Sky, prodotto da Mario Gianani e Lorenzo Gangarossa. Soggetto e sceneggiatura sono di Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi.

La protagonista, Delia, è interpretata da Paola CortellesiValerio Mastandrea è Ivano, suo marito, e Romana Maggiora Vergano è Marcella, loro figlia, Giorgio Colangeli è il Sor Ottorino; Emanuela Fanelli infine interpreta la parte di Marisa, l’amica di Delia mentre Vinicio Marchioni è Nino.

C’è Ancora Domani, sinossi

Delia (Paola Cortellesi) è la moglie di Ivano, la madre di tre figli. Moglie, madre. Questi sono i ruoli che la definiscono e questo le basta. Siamo nella seconda metà degli anni 40 e questa famiglia qualunque vive in una Roma divisa tra la spinta positiva della liberazione e le miserie della guerra da poco alle spalle. Ivano (Valerio Mastandrea) è capo supremo e padrone della famiglia, lavora duro per portare i pochi soldi a casa e non perde occasione di sottolinearlo, a volte con toni sprezzanti, altre, direttamente con la cinghia. Ha rispetto solo per quella canaglia di suo padre, il Sor Ottorino (Giorgio Colangeli), un vecchio livoroso e dispotico di cui Delia è a tutti gli effetti la badante. L’unico sollievo di Delia è l’amica Marisa (Emanuela Fanelli), con cui condivide momenti di leggerezza e qualche intima confidenza. È primavera e tutta la famiglia è in fermento per l’imminente fidanzamento dell’amata primogenita Marcella (Romana Maggiora Vergano), che, dal canto suo, spera solo di sposarsi in fretta con un bravo ragazzo di ceto borghese, Giulio (Francesco Centorame), e liberarsi finalmente di quella famiglia imbarazzante. Anche Delia non chiede altro, accetta la vita che le è toccata e un buon matrimonio per la figlia è tutto ciò a cui aspiri. L’arrivo di una lettera misteriosa però, le accenderà il coraggio per rovesciare i piani prestabiliti e immaginare un futuro migliore, non solo per lei.

L’opera prima di Paola Cortellesi, anche protagonista, è un film emozionante, vero, che nel solco del nostro neorealismo racconta le imprese straordinarie delle tante donne qualunque che hanno costruito, ignare, il nostro Paese. 


Pubblicato

in

da

Tag:

Articoli recenti