Cronache Fantastiche – Omaggio a Dino Buzzati: su Fuori Orario Rai 3 in collaborazione con I Mille Occhi

Cronache Fantastiche – Omaggio a Dino Buzzati: su Fuori Orario Rai 3 in collaborazione con I Mille Occhi

Una seconda notte di Fuori Orario dedicata a Dino Buzzati, a cinquant’anni dalla morte, in collaborazione con il Festival I Mille Occhi, che nella sua XXI edizione, dal 12 al 17 dicembre presenta una rassegna di tutti i film tratti da opere dello scrittore, col titolo IL CINEMA DI / DA DINO BUZZATI.

Nella notte del 23 settembre scorso sono stati messi in onda il più recente film buzzatiano (“La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Lorenzo Mattoti), oltre a Incontro con… Dino Buzzati a cura di Luca Di Schiena (1962) e a Un caso clinico di Massimo Franciosa (1972).

In questa seconda notte saranno presentate anche altre due opere televisive dello stesso periodo, mai più trasmesse dalla RAI: il film di Olmi con commento di Buzzati “La Galleria, cuore e memoria di Milano”e la tavola rotonda del Festival I Mille Occhi dedicata alle opere non realizzate dello scrittore.

LA GIACCA STREGATA – (Italia, 1969, produzione RAI, b/n, dur., 87’36”)

Regia: Massimo Franciosa

Autore: Dino Buzzati

Con: Alberto Lionello, Raffaella Carrà, Elsa Merlini, Walrnr Bentivegna, Franco Sportelli

Trasmesso il 26 settembre 1969, è tratto dal racconto omonimo contenuto nella raccolta La boutique del mistero (1968).  Dino, un giovane fallito sotto le dipendenze della vecchia zia incontra Roberto un vecchio compagno militare partito in guerra al posto suo. Roberto gli da’ l’indirizzo di un sarto per farsi fare un nuovo abito. Dino si fa fare un abito da un inquietante sarto che non gli chiede soldi in cambio. Dino si accorgerà presto che la giacca ha qualcosa di strano…. 

POVERO BAMBINO! – (Italia, 1973, produzione RAI, col., dur., 34’36”)

Regia: Paolo Nuzi

Autore: Dino Buzzati

Con: Angela Godwin, Sergio Luci

Trasmesso il 4 gennaio 1973, fa parte della serie RACCONTI ITALIANI DEL NOVECENTO: Il racconto dello stesso titolo fa parte della raccolta Il colombre (1963). Un bambino viene maltrattato dai suoi compagni: lo costringono a fare il soldato semplice quando gli altri sono capitani. Lo stanno per attaccare dalla cima di una collinetta e lui finisce per sbucciarsi il ginocchio. Il bambino, piangendo, va dalla madre a cercare conforto senza molto successo. Alla fine del racconto si scoprirà chi sarà diventato questo bambino da adulto.

DINO BUZZATI E I PROGETTI NON REALIZZATI – (Italia, 2022, col., dur., 70’ca)

Tavola rotonda del Festival I Mille Occhi, con la partecipazione di Marina Silvestri (Il progetto di Anna Gruber da Il deserto dei tartari, Olaf Möller, Alessandro Mezzena Lona (Il progetto di Buzzati per Il viaggio di G. Mastorna di Federico Fellini).

LA GALLERIA, CUORE E MEMORIA DI MILANO – (Italia, 1967, b/n, dur., 43’29”)

Regia: Ermanno Olmi

Sceneggiatura: Dino Buzzati

Musiche: Gino Negri

Animazione: Bruno Bozzetto

Con la partecipazione di Cesare Zavattini

Di questo film di Olmi si erano perse le tracce dopo la messa in onda sul Primo Canale RAI il 15 settembre 1967 come “Speciale del telegiornale”. Ritrovato dalle Teche RAI nel 2015, è stato presentato a Milano in una serata organizzata da Feltrinelli per la fine dei lavori della ristrutturazione della Galleria (8 aprile 2015). 
Realizzato per festeggiare il centenario della Galleria, il film ne ripercorre la storia dal progetto di Giuseppe Mengoni con le sue meraviglie architettoniche e luministiche (le fiamme a gas) fino alla distruzione bellica e alla sua ricostruzione nel dopoguerra. Olmi si sofferma soprattutto sulla Galleria nel momento in cui il film viene realizzato, la folla che l’abita, i passanti, i perdigiorno, i capannelli di anonime figure gesticolanti, i clienti di bar e locali, il popolo notturno che vi appare al calare della sera, i netturbini, gli operai e gli immigrati alla ricerca di lavoro che l’attraversano all’alba. In tutte le ore della giornata la Galleria diventa “il cuore della città, la gente vi si affolla e si riversa nei suoi sbocchi, aorta del grande organismo. Tutte le pulsazioni della vita cittadina si ripercuotono qui” (dal commento di Dino Buzzati). E Zavattini nel finale commenta: “La Galleria era il luogo nel quale ci sentivamo sicuri, perché ci riparava da tutti gli smarrimenti e le esitazioni che specialmente in un artista sono più frequenti di quanto non si creda”.

INCONTRO CON…DINO BUZZATI – (Italia, 1962, b/n, dur., dur., 58’56”)

Conversazione realizzata per la RAI, a cura di Luca Di Schiena, con la regia di Ettore Della Giovanna.

Intervista a Buzzati sul suo lavoro di scrittore, giornalista e pittore. Della Giovanna apre la trasmissione, dedicata all’attività artistica di Buzzati, elencando alcuni dei suoi libri più famosi, ne descrive alcuni dipinti e lo introduce. L’intervista si basa sulla descrizione del dipinto “La ragazza che precipita”. Della Giovanna presenta Valli, Mezio e Delfini e li invita a porre domande a Buzzati.

La Redazione

Il Voto della Redazione:

1


Pubblicato

in

da

Tag: