emma watson e Kevin Kline in la bella e la bestia

La Bella e la Bestia: 6 curiosità del live-action con Emma Watson

Sei curiosità su La Bella e la Bestia, la versione in live-action diretta da Bill Condon dell’omonimo classico Disney uscito nel 2017

Tra i film animato che spesso vengono riproposti nel periodo natalizio, c’è senza alcun dubbio: La Bella e la Bestia, la rivisitazione in chiave live-action dell’omonimo celebre classico Disney del 1991, tratto dalla fiaba di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont. 

Diretto da Bill Condon e con Emma Watson nei panni della protagonista Belle, il lungometraggio, uscito nel 2017 e di cui sveliamo 6 curiosità, incassò oltre il miliardo di dollari al botteghino mondiale e fu nominato agli Oscar del 2018 per la migliore scenografia e per i migliori costumi.

Nel cast ad affiancare la Watson sono stati: Kevin Kline nelle vesti del padre di Belle, Maurice, Ewan McGregor in Lumière, Stanley Tucci nel clavincembalo il Maestro Cadenza, Emma Tomphson in Mrs Bric, la teiera, Nathan Mack la tazzina Chicco, Audra McDonald in Madame Guardaroba, Gugu Mbatha – Raw ne lo Spolverino Plumette, Ian McKellen l’orologio Tockins e Hattie Morahan ne la maga Agata.

La Bella e la Bestia, sinossi

emma watson in la bella e la bestia

A Villeneuve un paesino immerso nella provincia francese, dell’Alsazia del XVIII secolo, la vita scorre lenta e monotona. Belle, una giovane intraprendente e diversa dalle tipiche ragazze della sua età, vive lì col padre artista, Maurice, il quale partito per una fiera artistica di un paese vicino, si perde nel bosco e mentre scoppia un temporale, viene aggredito da un branco di lupi. L’uomo riesce a sfuggire alle belve rifugiandosi in un castello avvolto da un’anormale clima invernale, dimora della Bestia, un principe bello e affascinante trasformato da una maledizione in un’orrenda creatura, che rinchiude Maurice in una cella nella torre.

Philippe, il cavallo di Maurice, ritrovata la strada di casa raggiunge Belle al villaggio e conduce la ragazza al castello della Bestia che offre se stessa come prigioniera al posto di suo padre alla Bestia accetta. Dopo un iniziale tentativo di fuga, Belle viene accolta dai servitori del castello trasformati in oggetti, e venuta a conoscenza di una misteriosa ala ovest del castello dove l’accesso è proibito, dove copre l’esistenza della rosa incantata, ma viene scoperta dalla Bestia che, temendo che la ragazza volesse nuocere in qualche modo alla rosa magica, la caccia via infuriata.

Tuttavia dopo una serie di disavventure, Belle scorge finalmente sotto l’aspetto spaventoso, il lato dolce, gentile e generoso della Bestia, scoprendo di condividere con lui la passione per i libri. Fra i due nasce una tenera amicizia, e il candelabro Lumière, l’orologio Tockins, la teiera Mrs Brick e tutti gli altri, cominciano a sperare che Belle sia davvero quella giusta, la ragazza che con la forza del suo amore potrà spezzare l’incantesimo.

La Bella e la Bestia, 6 curiosità su una delle fiabe più apprezzate di sempre

1.La Bella e la Bestia: la colonna sonora

La colonna sonora del film è stata composta da Alan Menkel, lo stesso autore delle musiche del film d’animazione del 1991, grazie a cui vinse ben due Oscar nel 1992. Mentre alcuni dei brani sono stati interpretati dagli stessi attori, come ad esempio Gaston, Be Our Guest e Something There, brano presente anche nella versione originale animata, altri sono stati eseguiti da famosi cantanti, tra cui Ariana Grande e John Legend, i quali hanno cantato Beauty and the Beast, e Céline Dion How Does a Moment Last Forever.

2. La Bella e la Bestia: la battutina su Mrs. Bric

Durante la battaglia nel castello, LeTont, lo scagnozzo di Gaston, ipotizza che Mrs Bric sia la nonna di Chicco. Questa battutina in realtà è un chiaro riferimento alla versione del 1991, dove spesso i fan del film hanno contestato l’aspetto umano di Mrs Bric, che sembrerebbe essere troppo anziana rispetto al figlio.

3. La Bella e la Bestia: il rifiuto di Ryan Gosling e di Emma Watson

Inizialmente per il ruolo della Bestia si era pensato a Ryan Gosling. Il divo tuttavia rifiutò il ruolo poiché impegnato con un altro progetto, ovvero l’amato La la land di Damien Chazelle. A quanto pare però, ci sarebbe anche un altro motivo che legherebbe il musical di Chazelle al live action del 2017, dal momento che la stessa Emma Watson, sarebbe stata contattata per interpretare la protagonista di La la land, e che rifiutò proprio per Belle. Il ruolo in La la land come ben si sa andò ad Emma Stone.

4. La Bella e la Bestia: la biblioteca

La meravigliosa biblioteca presente nel film si ispira alla famosa Libreria Lello a Porto, in Portogallo, risalente al 1869 dallo stile neogotico. Realizzata utilizzando 185 m² di finto marmo, della scenografia fanno parte anche migliaia di libri, che sono stati realizzati apposta per il film!

5. La Bella e la Bestia: il paesino del film

Villeneuve, il villaggio natio di Belle e il padre, è ispirato al villaggio di Conque, nel sud della Francia. Il nome invece deriva dal cognome dell’autrice della fiaba originale Gabrielle-Suzanne Barbot de Villeneuve.

6. La Bella e la Bestia: il personaggio della Bestia

Il personaggio de la Bestia è stato ricreato completamente in CGI: per il viso è stata utilizzata la tecnologia MOVA facial capture, mentre per i costumi e il corpo si è usato un burattinaio in motion-capture. Per ottenere delle fattezze animalesche inizialmente su Dan Stevens, l’attore interprete, è stato applicato un make up prostetico, sostituito poi dagli effetti speciali.

© Riproduzione Riservata

Ludovica Terracciano

Il Voto della Redazione:

1


Pubblicato

in

da

Tag: