“Strange Way of Life”: Pedro Almodovar svela alcuni dettagli sul suo nuovo corto

“Strange Way of Life”: Pedro Almodovar svela alcuni dettagli sul suo nuovo corto

Ethan Hawke e Pedro Pascal come ben si sa, saranno i protagonisti del cortometraggio western, della durata di 30 minuti, diretto da Pedro Almodóvar: “Strange Way of Life”, il secondo in lingua inglese per il regista spagnolo dopo “The Human Voice”, del 2020, interpretato da Tilda Swinton.

Prodotto da El Deseo, la società di produzione gestita da Pedro Almodóvar assieme a al fratello Agustín, le riprese si svolgeranno nel deserto di Tabernas, nella provincia sud – orientale della regione spagnola di Almerìa, in un villaggio costruito 50 anni fa in cui Sergio Leone ha girato la celebre trilogia del dollaro con Clint Eastwood.

Ma non è tutto, nel corso di un episodio di At Your Service, il podcast di Dua Lipa, il regista ha svelato che il corto verrà presentato al prossimo Festival di Cannes e sarà a tema gay, come da lui detto “nel senso che ci sono due uomini e si amano” aggiungendo – “parla di mascolinità in senso profondo, perché il western è un genere maschile. Del film posso dirti che ha molti degli elementi del western – ha il pistolero, il ranch, lo sceriffo – ma ha una cosa che la maggior parte dei western non hanno, cioè un tipo di dialoghi che non penso un film western abbia mai catturato tra due uomini.”

Un uomo cavalca un cavallo attraverso il deserto che lo separa da Bitter Creek. Va a trovare lo sceriffo Jake. Venticinque anni prima, sia lo sceriffo che Silva, l’allevatore che gli va incontro, hanno lavorato insieme come uomini armati” – si leggeva in una precedente nota in merito al corto il cui titolo si ispira al celebre fado della cantante Amalia Rodrigues, in cui si afferma che non c’è esistenza più strana di quella che ignora i propri istinti – “Silva gli fa visita con la scusa di riunirsi con l’amico della sua giovinezza, e in effetti celebrano il loro incontro. Ma la mattina dopo lo sceriffo Jake gli dice che il motivo del suo viaggio non è quello di ripercorrere il viale della memoria della loro vecchia amicizia….Non posso dire altro per non svelare tutte le sorprese della sceneggiatura”

FONTE VARIETY


Pubblicato

in

da

Tag: